Antifurto chieri

  • Antifurto chieri

Antifurto chieri - Le tipologie di protezione

Grazie agli enormi progressi realizzati in campo militare ed informatico, la tecnologia offre oggi numerose prestazioni con una notevole semplicità di utilizzo, ed è anche migliorato il modo di progettare e costruire i sistemi d'allarme. Centro Sistemi Antifurto sempre attento alle innovazioni che l'industria della sicurezza offre, è in grado di proporre una grande varietà di apparecchiature per le tipologie di protezioni che si possono suddividere in tre grandi gruppi.

PROTEZIONI PUNTUALI

Servono per proteggere dei punti specifici, solitamente i possibili accessi nei locali, come porte e finestre. Comprendono i contatti magnetici che rilevano l'apertura di porte e finestre, i rivelatori per tapparelle, i rivelatori di urti e i rivelatori di rottura vetri. A questo gruppo appartengono anche i dispositivi anti aggressione, per il soccorso medico e i rivelatori d'allagamento, che vanno installati in base alle particolari esigenze personali.

PROTEZIONI VOLUMETRICHE

Servono per proteggere gli spazi interni dei locali. Sono costituite da rivelatori passivi di infrarossi e da rivelatori a doppia tecnologia (microonde e infrarossi passivi) che identificano il movimento di persone nell'area di copertura e lo segnalano alla centrale d'allarme. I moderni rivelatori sono in grado di riconoscere se il movimento è di persone, e quindi si deve attivare l'allarme, o di animali domestici eventualmente presenti nell'area protetta, come cani e gatti, e in questo caso non si deve attivare l'allarme. I rivelatori di movimento vengono utilizzati soprattutto nei locali più importanti da proteggere e nei punti di passaggio obbligato per un eventuale intruso.

PROTEZIONI PERIMETRALI

Servono per proteggere il perimetro all'esterno dell'abitazione, e consentono di rilevare un intruso prima che questo sia già entrato nei locali protetti o stia forzando una porta o una finestra. i tratta di barriere a raggi infrarossi o a microonde che forniscono una protezione rettilinea tra un trasmettitore e un ricevitore collocati a distanza di alcune decine di metri tra loro, e che rilevano l'attraversamento del fascio invisibile ad opera di un intruso. Oggi esistono anche dei rivelatori di movimento (volumetrici) progettati e realizzati appositamente per funzionare all'esterno, ideali per proteggere porticati, balconi o terrazzi.

Esistono anche delle piccole barriere, eleganti e poco invasive, da installare su finestre o porte esterne, questo per avere un'efficace protezione sempre, anche quando le stesse vengono lasciate aperte. Protezioni perimetrali volumetriche, solitamente utilizzate nei giardini di ville, terrazze/balconi.

Tutte queste protezioni possono essere completate e supporatte da un sistema di videocontrollo, composto da telecamere che permettono la visione locale e remota del sito interessato, oltre la videoregistrazione delle immagini relative ad un evento specifico, come un furto o una aggressione, che possono essere di enorme importanza per le indagini delle Forze dell'Ordine.

  • Antifurto <span style=chieri - Le tipologie di protezione">
Messaggio inviato correttamente !

Invia un altro messaggio

Richiedi informazioni


I dati da lei forniti verranno trattati secondo quanto previsto dal D.lgs. 196/2003. L’informativa completa è consultabile presso questo link. Presa visione dell'informativa presto il consenso al trattamento dei dati personali in base art. 13 del D.lgs. 196/2003 *

ACCETTO:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Usando questo sito sei in accordo con la nostra Privacy policyOK